Ascoltare “Senza pareti”

“Senza pareti” è  il primo risultato di un lavoro di raccolta di testimonianze tra i senza fissa dimora di Trento nell’ambito del lavoro dell’Assemblea antirazzista.

Quello che avete sotto gli occhi è il “Dispositivo di ascolto notturno” che contiene il necessario per ascoltare “Senza pareti”, cioè:

  • Un Walkman con due cuffie
  • Una cassetta registrata con “Senza pareti”
  • Cuffiette per l’ascolto digitale da cellulare
  • Batterie di ricambio per il Walkman

Ci sono due modi per ascoltare “Senza pareti”:

1. Utilizzare il dispositivo di ascolto fisico (per due persone):

  • Inserite la cassetta nel Walkman
  • Fate tornare indietro o avanzare il nastro premendo i tasti RW o FW se necessario (“Senza pareti” si può ascoltare su entrambe le facciate della cassetta) per raggiungere l’inizio di una delle due facciate
  • Girate la cassetta se necessario
  • Premete PLAY per ascoltare
  • Alla fine dell’ascolto premete FW fino in fondo al nastro e girate la cassetta per prepararla a un nuovo ascolto
  • Se le voci vi paiono particolarmente innaturali è il momento di cambiare le batterie

[“Senza pareti” dura circa 20′]

2. Ascoltare online:

  • Inserite le cuffie nel cellulare (Pf. non usate quelle collegate al Walkman)
  • fate click sul tasto PLAY dell’immagine di Soundcloud che vedete qui sotto
  • selezionate la voce “Listen in browser”

Il file sonoro sarà disponibile all’ascolto soltanto nella notte tra venerdì 13 dicembre e sabato 14 dicembre, in concomitanza con l’iniziativa “Una notte all’addiaccio”.

Perché utilizzare un Walkman a cassette e limitare temporalmente l’ascolto online di “Senza pareti”?

Le testimonianze raccolte in questo montaggio di 20 minuti sono intime, difficili e impegnano emotivamente non solo chi ce le ha regalate, ma anche chi le ascolta. L’importante non è dunque che vengano diffuse sul web senza criterio per un ascolto distratto, ma che vengano ascoltate con attenzione, in momenti e con modalità che comportino la responsabilità dell’ascoltatore. La responsabilità dell’attenzione in un mondo dove l’attenzione è la merce più rara.

Il Walkman a cassette riduce la replicabilità del contenuto, che deve essere ascoltato lì dove si trova il dispositivo, in un luogo e in un momento dati, in questo caso una iniziativa collettiva.

Allo stesso modo il file sonoro online può essere trovato soltanto da coloro che sul posto hanno accesso al QR code e comunque il file potrà essere ascoltato in questa modalità soltanto per una notte.

Dunque grazie per l’attenzione.

Mattia Pelli

Le torri di Madonna Bianca

“Il quartiere è caratterizzato dalla presenza di diversi palazzi, noti ai più come le “Torri di Trento”, ben distinguibili da tutte le zone della città poiché alte 13 piani,[4] costruiti negli anni Settanta e Ottanta. Due dei progettisti, l’architetto Marcello Armani e l’ingegner Luciano Perini, hanno partecipato alle festa dei 40 anni delle Torri nel 2015.[5] Il terzo progettista è l’architetto Efrem Ferrari.” (Wikipedia)

(Fotografie scattate con Pentax LX e Yashica T3; pellicola Ilford sviluppata DIY con procedimento Caffènol)

La partita

img281 (2)

Dietro il campanile, chiuso tra quattro muri che lo rendono quasi invisibile, circondato da condomini con i panni stesi alle finestre, si nasconde un campetto da calcio dove il tempo pare essersi fermato.

E’ un piccolo club cittadino, dove abbiamo deciso di mandare nostro figlio di sette anni perché venga iniziato alla nobile arte del calcio.

Continue reading “La partita”

Gambe/paletò/autunno

E’ arrivato l’autunno, sbrigatevi gambe a portarla al sicuro dal primo, piccolo  freddo che ne annuncia già un altro. Appoggiati, mantello leggero, sulle sue gambe ancora nude con gesto elegante.

[Agat 18, Trento, ottobre 2018]